Alopecia Androgenetica

 Home / Problemi di capelli / Alopecia Androgenetica

Alopecia androgenetica: un fenomeno sempre più diffuso fra le donne

I tricologi si occupano di valutare correttamente l'impatto dell'alopecia osservando quanti capelli persi vengono rimpiazzati dalla ricrescita di nuovi in modo costante.

alopecia androgenetica

Negli ultimi anni il diffondersi dell’alopecia androgenetica femminile sta allarmando gli specialisti e le donne che soffrono di caduta precoce di capelli. Questa affezione del cuoio capelluto, infatti, colpisce indifferentemente sia le giovani donne in età avanzata. I tricologi si occupano di valutare correttamente l’impatto dell’alopecia osservando quanti capelli persi vengono rimpiazzati dalla ricrescita di nuovi in modo costante. Se la quantità di capelli che rimane sul nostro pettine non è opportunamente sostituita, vuol dire che sussiste la possibilità di essere affette da alopecia.
L’alopecia può essere una temporanea caduta dei capelli o una perdita di capelli precoce e definitiva causata dagli androgeni. Di norma nella donna la quantità di questi ormoni è bassa, ma a causa della menopausa, dell’avanzamento dell’età e di altri fattori, il loro numero può aumentare rendendo più evidente la caduta di capelli che si manifesta in forma di diradamento generale. 

Esistono vari tipi di alopecia che si distinguono a seconda della temporaneità o meno della caduta di capelli:

  • Alopecie cicatriziali: quando l’atrofia o l’involuzione dei follicoli piliferi rendono irrimediabile la perdita dei capelli; 
  • Alopecie temporanee: quando i follicoli piliferi preservati e opportunamente stimolati, possono recuperare il ciclo di ricrescita dei capelli.

  In linea di massima la caduta dei capelli nelle donne è di carattere transitorio, sempre che si intervenga tempestivamente preservando la funzionalità dei follicoli e stimolando la produzione di capelli. Nel caso dell’alopecia androgenetica, che è un’alopecia cicatriziale, è possibile intervenire rallentando la caduta e rendendo meno evidenti gli effetti del diradamento. Si può intervenire con l’uso di prodotti igienici, fiale e lozioni anticaduta in grado di contrastare i fattori della caduta di capelli e la “morte” dei follicoli piliferi; in alternativa si può utilizzare il trattamento laser per stimolare l’attività follicolare favorendo la ricrescita dei capelli o  l’Alta Frequenza per igienizzare il cuoio capelluto ripulendolo dalle impurità e stimolando l’attività dei bulbi piliferi. 
Salvare la salute dei nostri capelli è possibile dedicando solo un’ora del nostro tempo ad un esame del capello. In uno dei centri tricologici Dermes è possibile effettuare un check-up  tricologico, per individuare le cause ed evitare la caduta dei capelli attraverso un trattamento personalizzato.